La qualifica di riferimento è Il Tecnico Esperto nella Gestione di Servizi in grado di configurare l’offerta complessiva dei servizi e di organizzarne il processo di erogazione in funzione delle condizioni specifiche di mercato individuate, in una costanza di rapporto con il cliente/utente.  

L’offerta formativa proposta, pur mantenendo gli aspetti contenutistici costitutivi e standard della qualifica di riferimento, introduce una significativa curvatura verso i Servizi Socio-Sanitari e Assistenziali. Questa scelta è nata a seguito della ricerca e dell’analisi e studio dei dati preliminari raccolti, sinteticamente sotto riportati, riguardanti il contesto di riferimento nazionale e regionale. Da questa indagine emergono le caratteristiche di una figura professionale in grado di organizzare un servizio socio-assistenziale-sanitario per utenti anziani, disabili e/o psichiatrici. Una figura professionale specializzata nella programmazione, gestione e valutazione di un servizio rivolto alla persona.

La finalità del corso è formare persone che possono rispondere alle necessità delle strutture socio-sanitarie del territorio e far fronte alle esigenze del mercato, non solo in termini di tenuta economica ma anche in riferimento a quanto previsto dalla Regione Emilia Romagna nella DGR 514/2009 sull’accreditamento delle strutture socio-sanitarie.

Al termine del corso, previo superamento del colloquio valutativo, è previsto il rilascio del Certificato di Competenze per le Unità di Competenza: UC 2 (Organizzazione servizi) e UC 4 (Cura e gestione cliente) in riferimento alla qualifica di Tecnico Esperto nella Gestione di Servizi (ai sensi della DGR 739/2013). Tale certificazione costituisce titolo preferenziale per attestare l'adeguatezza del curriculum per ricoprire il ruolo di Responsabile di Nucleo delle Attività Assistenziali R.A.A. 

Il Responsabile di nucleo delle Attività Assistenziali conosce la teoria, i metodi, le tecniche di gestione e sviluppo delle risorse umane e i metodi e le tecniche del lavoro sociale. Si configura quindi come ruolo specifico all’interno della rete dei servizi socio-sanitari con mansioni di coordinamento nei nuclei delle differenti strutture. Questa figura professionale svolge attività di coordinamento dei nuclei dei servizi socio-sanitari e ne costituisce il punto di riferimento organizzativo per gli operatori professionali della struttura a tutti i livelli, gli utenti e i loro parenti. Garantisce la realizzazione del programma socio-assistenziale di nucleo nel rispetto degli standard qualitativi definiti - inoltre cura: 

  • La documentazione, la raccolta e la tenuta dei dati e delle informazioni socio-assistenziali relative al nucleo e agli utenti.
  • Organizza e coordina gli operatori che lavorano all’interno del nucleo.
  • L’approvvigionamento dei materiali necessari al funzionamento del nucleo.
  • La gestione dei rapporti con gli utenti e i loro familiari.
  • La sicurezza e la qualità della struttura e dei servizi.